Dr. Pierfrancesco Pisano

Riflessioni (recensione scritta da una mia paziente)

Quadretti appesi, una piccola libreria, una lampada di sale, piccola sorgente di luce magica, anche oggi lì, in quella stanza, dietro quella scrivania, a parlare di me e della vita. Un momento iniziale di smarrimento, solo un breve attimo, per poi iniziare a dire tutto ciò che mi passa per la testa. Le prime, parole confuse che maldestramente cerco di raggruppare ma si aggrovigliano, si annodano e perdo quel punto che mi ha portato a trovarmi lì … Dopo un po’ mi sento a mio agio ed ecco che provo la sensazione che i miei pensieri riescano a prendere forma, non so quale, c’è ancora tanta confusione. Mentre parlo, ho come la forte impressione che le mie parole riescano a sciogliersi piano piano, snodandosi senza restare imbrigliate come prima. Mi esprimo senza più timore, riesco persino a parlare di me e cerco di fare il punto della mia vita tentando di rendermelo il più possibile lineare, ma quella linearità non mi appartiene … Ricordi confusi, spazi vuoti, navigo nel buio del passato sentendo, fortemente, il presente. Così, in quei momenti, dietro quella scrivania, le mie parole, lentamente, toccano corde a me sempre più nascoste mentre prima sembravano davvero inafferrabili. Ecco il mio puzzle che lentamente sembra riordinarsi, tanti piccoli tasselli da unire insieme per trovare un senso, il mio “personale senso” che mi faccia sentire adeguata.

Sempre lì, in quella stanza, un gran respiro di sollievo in quei lunghi attimi in cui provo la sensazione di poter uscire dai miei inutili schemi, di poter accettare ciò che mi sembra da sempre inaccettabile, di capire e di carpire i “segreti” della vita o, meglio, di trovare il modo migliore per starci bene dentro. Mentre parlo, in maniera molto naturale, mi avvicino a quelle mie paure riconoscendole come delle fastidiose intruse e, in certi momenti, ho persino l’impressione di poterle dominare. In quegli istanti mi sembra di poter essere l’unica artefice del mio destino e di poter riuscire a trovare in me le risorse per stare meglio …

E Lei è sempre lì di fronte a me, Dott. Pisano, che mi “dirige” sapientemente, che mi ascolta con molta attenzione senza stupirsi di nulla, che si “accosta” con professionalità e con “anima”, rendendo quei momenti molto proficui e carichi di emotività, creando un’atmosfera positiva, quasi magica, con le giuste domande e le giuste pause.

Ecco l’incontro con lei! “Una pastiglia a rilascio graduale”, che dura nel tempo, che mi permette di riflettere sulle cose, che mi dà la grinta giusta per affrontare, con coraggio, questa vita che mi fa un po’ paura. Poi la mia angoscia scompare così come quell’ansia sempre in agguato che mi riporta giù ogni volta che non ho difese. Dopo l’appuntamento con Lei, provo la benefica sensazione che in questo mondo io possa trovare uno spazio, il mio, che non può essere distrutto da nessuno, tanto meno da me. Lei mi sta aiutando a focalizzare e a potenziare quei punti di forza che non ho mai preso in considerazione, sempre maggiormente pronta a vedere quelli deboli, quelli ostili, quelli che ogni volta mi costringono ad uno sforzo immane per tenerli a bada. Con lei sto imparando che si deve accettare l’imponderabile e che non bisogna precorrere i tempi con pensieri negativi perchè intanto il tempo passa e tra lo ieri e il domani c’è uno spazio enorme, un oggi da dover vivere appieno … e lo so bene che non c’è tempo da perdere …

Dott. Pisano, sto riuscendo anche a capire che devo credere in me stessa, proprio come fa lei con me quando mi sostiene con il suo ascolto attivo, con le sue parole sempre molto giuste, con il suo modo garbato e gentile e con quella particolare grande “energia” difficile da definire ma capace di riempire quella “stanza” in cui non ci si sente mai soli…