Psicoterapia

Stress post traumatico


Assistere a episodi violenti o a morti traumatiche, anche indirettamente, a volte può lasciare un segno indelebile nella persona, nei propri ricordi, nei propri sogni.
Il fatto traumatico può ripresentarsi nella mente ed è difficile distaccarsene, poiché torna nei nostri ricordi anche quando non vorremmo, fino a portarci ad evitare tutte quelle situazioni che ci inducono a ricordarlo e riviverlo.
Il percorso psicoterapeutico che propongo per il Disturbo post-traumatico da stress consiste nell'aiutare la persona coinvolta a identificare e a modificare i pensieri, le convinzioni e i sentimenti negativi collegati all'evento sconvolgente, in modo graduale, all'interno di un rapporto umano empatico.



Durante il percorso psicoterapeutico si arriva a sostituire non il ricordo traumatico, ma l'emozione intensa ad esso collegata, attraverso un percorso di auto-risanamento. Ciò permette via via di controllare e gestire la propria angoscia.
Quello che è sorprendente, è il riappropriarsi di quei gesti quotidiani persi a causa dell'evitare le situazioni che ricordavano quel fatto. C'è bisogno del dialogo profondo con un professionista per far sì che la persona possa far riaffiorare i propri vissuti traumatici senza sentirsi impotente di fronte ad essi. Ricordare non basta e da solo non serve; occorre ricordare da un lato, e dall'altro sentire che non si è più indifesi di fronte a tali ricordi: "quelle immagini non mi distruggono più".
Via via viene meno lo sforzo di chiudere gli occhi di fronte a tali ricordi traumatici, perché si percepisce di avere la forza e le possibilità di accettare quei fatti come parte di sé - per quanto terribili siano stati - e di poterli anche raccontare sotto una nuova luce, in modo più distaccato.
Il confronto e il dialogo della psicoterapia sono l'elemento risanante.



Torna a PSICOTERAPIA